Caricamento
Le nostre regine
Selezione e allevamento api regine Carniche
Regine carniche F1 - fecondazione libera a metà montagna
  • Da 1 a 20 - 18€ cad
  • Superiore alle 20 - 16€ cad
  • Regina pura inseminata artificialmente
  • 120€ cad
  • Spese di spedizione
  • Italia - 12€ per ordini inferiori alle 20 regine
  • Estero - 20€ per ordini inferiori alle 20 regine
  • Stiamo molto attenti alla selezione genetica, utilizzando solo regine pure con carattere docile e con una forte propensione all'igiene. Utilizziamo la tecnica dell'inseminazione strumentale per allevare le nostre regine madri selezionate. La fecondazione delle nostre regine F1 invece avviene presso una stazione isolata a metà montagna, dove l'area viene saturata con famiglie produttrici di fuchi anch'esse selezionate. In questo modo diminuisce di molto la possibilità di incroci con maschi di famiglie straniere. L'ape carnica (Apis mellifera carnica) è una sottospecie di ape mellifera dell'Europa occidentale. Originaria della Slovenia centrale (Carniola), ha un'area di distribuzione naturale che abbraccia l'Austria, parte dell'Ungheria, Romania, e Croazia. La caratteristica principale di quest'ape è la mansuetudine. Si è particolarmente adattata all'incostanza della disponibilità di nettare, alla quale si adegua modulando l'accrescimento della popolazione, aumentando la deposizione di uova prontamente con l'abbondanza delle fioriture e diminuendo altrettanto rapidamente la dimensione della covata quando l'alimento inizia a scarseggiare. L'ape carnica ha all'incirca le medesime dimensioni dell'ape ligustica, ma può essere riconosciuta poiché è generalmente di colore castano-grigio normalmente scuro con righe leggermente più chiare. Hanno la ligula molto lunga, da 6.5 a 6.7 millimetri, che permette una migliore raccolta di nettare.
    Quali sono i vantaggi?
    Mansuetudine e scarsa aggressività.
    Le arnie possono essere site anche vicino a luoghi abitati.
    Miglior senso dell'orientamento.
    Sono buone bottinatrici.
    Durante l'inverno, le colonie si riducono maggiormente permettendo un minor consumo invernale delle scorte.
    Grande adattabilità all'ambiente.
    Molto prolifiche.
    Poco propolizzatrici.
    Buona resistenza alle malattie (specialmente verso quelle che colpiscono la covata).
    Ben adattate alle zone in cui il nettare non è presente in quantità costanti, nutrendosi in periodi di scarsità con miele o melata.
    Buona adattabilità in generale a ogni clima.
    Immagazzina le provviste vicino alla covata.
    Aggiornamenti
    Leggi
    Prova di fecondazione regine con voliera
    Galleria